TRIBUTE TO LANZAROTE (progetto)

Amo Lanzarote, l’isola più selvaggia delle Canarie, è il mio luogo del cuore. E’ un’isola aspra, sferzata dagli Alisei, più raramente dal Calima, il vento caldo e sabbioso del Sahara. Una terra lavica, fertile, dai colori mutevoli che variano, a seconda della luce, dal viola al nero passando per tutte le tonalità dell’ocra, del rosso, del magenta. Un paesaggio lunare con i suoi 360 vulcani dai grandi crateri dove lo scorrere impetuoso della lava, frenato dall’oceano, si muta in lunghe spiagge dorate o in alte rocce a picco. E poi l’immensità dell’Atlantico, una distesa blu senza fine dal respiro profondo, a volte mite mentre lambisce dolcemente le lunghe coste, a volte rabbioso quando si infila nelle caverne erose dalle onde e dai venti per poi sbalzare fuori improvvisamente esibendosi con enormi spruzzi pirotecnici.